Vino novello: due ricette da abbinare

Recipes&Pairings
Vino novello: due ricette da abbinare

La vendemmia è terminata da un po' ed è giunta l’ora di assaporarne i frutti: benvenuto vino Novello!

Di questo vino ci si innamora a prima vista per il suo colore rosso brillante e ci si abbandona totalmente a lui per il suo gusto morbido ed il suo profumo fruttato.

Ci ricorda ancora lo scintillio dell’estate, ma è il miglior preludio per i vini più corposi che ci accompagneranno durante l’inverno.

Per il suo aroma, Il vino novello è lo sposo ideale per le castagne in particolare quelle arrosto, ma non si lascia sfuggire la compagnia di salumi, paste asciutte e carni alla griglia.

E poi è incredibilmente buono da sorseggiare con della frutta secca.

E allora scopriamolo in cucina con due ricette che vi faranno apprezzare appieno il suo gusto fragrante racchiuso nella vostra bottiglia appena comprata!

Iniziamo con due ingredienti tipici per i piatti autunnali ovvero le castagne e i funghi porcini.

Fettuccine ai funghi porcini e castagne

Per 4 persone

350 g di fettuccine
300 g di funghi porcini
200 g di castagne
1 bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
sale fino, pepe nero e prezzemolo

Preparazione

Mettete a bollire le castagne con tutta la buccia per circa 30 munti, controllate che si siano ammorbidite bene.  A questo punto lasciatele freddare per poi sbucciarle e pelarle. Sbriciolate solo una parte di esse.
Ora passiamo ai funghi: dopo averne eliminato la parte finale del gambo e averli sciacquati velocemente,  tagliateli a fette sottili.

Lasciate scaldare dell’olio con l’aglio in una padella, versate il vino fino a farlo sfumare e poi aggiungete il sale, il pepe e i funghi e solo dopo qualche minuto le castagne.
Scolate le fettuccine al dente e con poca acqua di cottura versatele nella padella, mantecatole con il condimento per circa due minuti. Colorate il piatto con una spolverata di prezzemolo tritato.

E’ giunto il momento di gustare la vostra pasta autunnale accompagnata da un buon bicchiere di vino novello!

Ma se il vostro appetito non è ancora soddisfatto passiamo al secondo piatto.

Arrosto di maiale con mele

1 kg di lonza di maiale
3 mele preferibilmente verdi
3 chiodi di garofano
2 bicchieri di vino rosso
2 cucchiai di zucchero di canna
1 bicchiere di brodo vegetale
1 cucchiaino di senape in polvere
olio extravergine d’oliva
sale fino, pepe nero
filo spago da cucina
carta stagnola

 

Preparazione

Insaporite la carne con sale e pepe, arrotolatela e legatela con lo spago. Fatto questo mettetela in una casseruola a rosolare a fiamma vivace con 3 cucchiai d'olio e se gradito uno spicchio d’aglio. Nel frattempo portate ad ebollizione il brodo con i chiodi di garofano, la senape e lo zucchero.

Lavate, sbucciate le mele e tagliatele a tocchetti.

Quando la carne sarà rosolata in maniera uniforme su tutti i lati, sfumate con il vino. Ora unite le mele ed il brodo coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa 50 minuti a fuoco medio avendo cura di girare la carne ogni tanto affinché si cuocia in maniera omogenea e non si bruci. Aggiungete del brodo se necessario.

A cottura ultimata adagiate la carne su un tagliere e lasciatela riposare avvolta nella carta stagnola. Frullate o schiacciate una parte delle mele fino ad ottenere una salsa omogenea e poi fatela ridurre a fiamma vivace per ottenere un composto glassato. Lasciate una parte di mele a cubetti l’effetto sarà più scenografico. Una volta che la carne si è intiepidita, eliminate lo spago, tagliatela a fettine e servite accompagnando l’arrosto con la salsa di mele ben calda.

Il vostro menu autunnale è pronto, non ci resta che augurarvi un Buon Appetito in compagnia del Novello!

Premi invio per effettuare la ricerca e esc per annullare.