Vini d’estate: 3 errori da non fare

Wine&People
Vini d’estate: 3 errori da non fare

L’estate è la stagione in cui è fondamentale seguire delle regole ben precise per non sminuire il gusto e il valore del nettare degli dei. Ecco tre errori da non fare con i vini d’estate:

1. Servire i rossi a temperatura ambiente: La temperatura estiva della nostra dimora è sempre piuttosto alta. E stappare un rosso a venticinque gradi può davvero causarne una perdita di gusto e valore. Ricordatevi di raffreddarlo a sedici gradi in modo da consentire al calice stesso di scaldarlo… e il vino sarà perfetto!

2. Servire i bianchi troppo freddi: Complice il caldo estivo, si tende a “rinfrescare” gli ospiti servendo il vino bianco ghiacciato. Sbagliato! Bere un vino alla temperatura di nove gradi comporta una perdita di profumi e aromi. È meglio riscaldarlo un po’!

3. Dimenticare l’esistenza di spumanti e moscati: Spumanti e moscati non vanno degustati solo nel periodo natalizio. Dopo un meraviglioso pomeriggio sulla spiaggia, non c’è niente di meglio di un ottimo spumante o un delizioso moscato per sentirsi in vacanza!

Premi invio per effettuare la ricerca e esc per annullare.